Chi siamo


I Cervogia Brothers sono dei  buoni amici che, appassionati di cultura e degustazione birraria, hanno deciso di intraprendere insieme un percorso.

Nel 2010 inizia una fase di approfondimento sulla figura del degustatore  che li porterà a conoscere vere e proprie icone in campo brassicolo, quali Kuaska, Jean Van Roy, e Pierre Gobron.
Nello stesso anno, in occasione dell’intronizzazione dei Cavalieri d’Orval a Vigevano, fanno la conoscenza di un’altra pietra miliare della storia internazionale della cervogia: Franco Re, il rettore dell’Università della Birra di Azzate  (VA).

Hanno  approfondito il loro interesse per la birra e il suo mondo fino ad ottenere la qualifica di Lagermeister (uno dei livelli di qualifica – secondo la scuola belga – per la figura del Cervoisier, corrispondente birrario del Sommelier) conseguita all’Università della Birra di Azzate (Va), unica struttura del genere in Italia in grado di rilasciare diplomi di qualifica in ambito birrario riconosciuti a livello comunitario e dalla Regione Lombardia.

Dalla primavera del 2016 i Cervogia Brothers sono diventati tre con l’inserimento di un nuovo confratello, il Drinker.

Le loro iniziative spaziano dall’attività di degustazione e sperimentazione sugli abbinamenti cibo-birra, alla promozione di eventi volti alla diffusione della cultura birraria, fino alla ricerca di nuove realtà produttive da proporre al pubblico degli appassionati.

Hanno rapporti di collaborazione e di amicizia con molti dei principali birrifici artigianali italiani ed esteri ed insieme a loro organizzano interessanti appuntamenti di degustazione impostati su un loro metodo didattico efficace ma allo stesso tempo agile ed immediato che già vanta diversi tentativi di imitazione (anche da parte del mondo dei cultori del vino).

Per le loro iniziative progettano e realizzano autonomamente slogan, veste grafica e promo pubblicitaria, oltre a documentazioni, dispense e schede tecniche ad uso dei partecipanti.

-o-

Fabio Conte “Zafferano” – Fin dagli inizi della sua attività di degustatore di birra, ama definirsi Parabolano di  Gambrinus, in onore di questo leggendario personaggio medievale, cui si attribuisce l’invenzione della birra.
Dopo un viaggio a Bruges sul finire degli anni Ottanta, rimane folgorato dalle birre belghe, e decide di appassionarsi  all’arte brassicola.
Nell’estate del 1998 l’amico publican di Taranto Enzo “Faccia di Gomma” lo introduce alle associazioni tra birra e cibo, con una serie di spericolate degustazioni a base di pizza e marmellate di cipolla!
Il vero salto della… quaglia, però, lo compie nel 2009, quando l’Antica Credenza di Sant’Ambrogio di Milano gli conferisce l’incarico di organizzare delle serate di degustazione di abbinamento tra piatti tradizionali milanesi e birre europee, insieme al compianto Giovanni Staccotti, gustonomo e socio consultore dell’Associazione Italiana della Cucina.

Fabio Gentile “Eques” – L’amicizia con “Zafferano” e la partecipazione alle sue prime serate di degustazione, dirottano il suo percorso dal mondo enologico a quello birrario.
Gli approfondimenti storici e culturali e la scoperta dello straordinario universo dei sensi delle birre artigianali,  scatenano nuove e crescenti curiosità verso il millenario mondo della birra e l’esigenza di condividere le proprie  esperienze con quelle di altri appassionati. Nascono così i Cervogia Brothers, con l’obiettivo di promuovere la cultura  birraria attraverso incontri, corsi, serate di degustazione a tema e con abbinamenti gastronomici, senza contraddire lo  spirito di leggerezza, convivialità e di socializzazione.

Giacomo Laviosa “Drinker” – Senza uno specifico bagaglio tecnico né esperienze formative del livello dei due brothers, può vantare alcuni successi nel campo delle autoproduzioni di fermentati a partire dalla prima birra pils realizzata nel ’99 grazie al kit avuto in regalo per la sua laurea. In tempi più recenti si è dedicato al magico mondo della mela producendo sidro con risultati altalenanti e a volte sorprendenti. Appassionato di cultura birraria si aggira tra pub, scaffali e fiere di settore alla ricerca della sua birra perfetta. Affiancato dalla sapienza dei Fabi ha sensibilmente aumentato il livello di conoscenza e si è già cimentato nella sua prima scheda di degustazione.
Non è (ancora) Cervoisier ma è (forse) webmaster e cerca di raccogliere in un pugno di pagine web le avventure dei Cervogia Brothers.